Le “Top 15 Ferrari” de Il Ferrarista

Non vi può essere dubbio che le auto di Maranello sono tutte bellissime. Negli oltre 60 anni di storia della Casa sono stati creati tantissimi capolavori. I più grandi carrozzieri e designer della storia automobilistica sono stati partecipi nel rendere ogni Ferrari un’autentica opera d’arte. Pininfarina, Zagato, Vignale, Bertone, Touring, ad esempio, si sono resi artefici di auto con linee irripetibili. Ora, tra tutte queste auto superbe, diventate autentiche pietre miliari nell’immaginario collettivo degli appassionati, “IlFerrarista.it” ha individuato quelle che potrebbero essere ritenute le più belle, o più significative.
Ciononostante, rispondere alla domanda “Quali sono le Ferrari più belle?”, non è facile e fornire una risposta univoca è impresa impossibile. Ciò in quanto, da un lato ogni vettura di Maranello, comunque, tende a rappresentare la massima espressione del design e della tecnica motoristica e quindi, in altre parole, Ferrari “brutte” non ne esistono. Dall’altro lato, ogni persona appassionata ha la sua Ferrari preferita, espressione di preferenze determinate da valutazioni personali, in altre parole, i gusti sono gusti e affermare che un modello sia meglio di un altro avrà sempre valore soggettivo.
“IlFerrarista.it” ha scelto quindici Ferrari della produzione relativa al periodo che va dalla nascita della Casa fino agli anni ’80. Tra queste non è stata fatta una classifica, ovvero non vi è la numero uno e la numero 15, ognuna di queste auto però ha un qualcosa in più che la distingue da tutte le altre Ferrari prodotte.
Si è preferito limitare il periodo di riferimento scegliendo tra quelle che sono già considerate dei “classici”. In futuro apriremo la scelta anche agli anni ’90 e 2000.
Ecco quindi le Top 15, tra le quali, alcune auto sono state scelte per la straordinaria ed eterna bellezza della linea, altre per la loro tecnica sopraffina nonché per la fama guadagnata nelle competizioni.

375MM Pininfarina Speciale Coupe, “Bergman Coupe”, chassis 0456AM (1954)
Questo esemplare unico venne commissionato dal regista Rossellini per Ingrid Bergman. Era basata sulla vettura da competizione 375 MM.

Ferrari-375-MM-Pinin-Farina-Coupe-Speciale_1

410 Superamerica, Prima Serie (1955)
Una granturismo straordinaria ed esclusiva, prodotta in serie limitata e destinata alla clientela più facoltosa della Casa di Maranello.

410-Superamerica-1955-990x544

250 GT California Spyder (1957)
Si tratta di una delle Spider più belle di tutti i tempi. Venne realizzata in due versioni, ovvero a passo lungo “LWB” e , successivamente a passo corto “SWB”, per un totale di 104 esemplari.

1958-Ferrari-250-GT-LWB-California-Spider

250 TR (1957)
Una delle auto più vittoriose del Cavallino e una tra le più ricercate dai collezionisti. La sigla TR, per Testa Rossa, deriva dalla verniciatura in rosso della parte superiore del motore.

??????????????????????????????????????????????????????????????????????

.

250 GT Berlinetta “LWB – Tour de France”, Ultima Serie “Una feritoia – One louvre” (1958)
Nacque specificamente per le competizioni Gran Turismo; la sigla, non ufficiale “TDF”, le è stata applicata in virtù dei numerosi successi conseguiti al Tour de France.

250 tdf

250 GT Berlinetta “SWB” (1959)
L’appellativo SWB, per passo corto, la distingueva dalla precedente “LWB Tour de France”. Un’altra auto tra le più ricercate dai collezionisti anche per via dei numerosi successi ottenuti nelle competizioni.

1962_ferrari_250_gt_swb_image_wallpapers

250 GTO (1962)
Un’auto leggendaria, prodotta in appena 36 esemplari tra il 1962 e il 1964. E’ una delle auto più preziose esistenti al mondo…forse la più preziosa.

1962_Ferrari_250_GTO_Michael_Furman_01

250 LM (1964)
Doveva essere l’erede della 250 GTO; La sigla LM stava per Le Mans. In totale ne vennero prodotti 32 esemplari.

Ferrari-250-LM-1964

Dino 206 GT (1967).
Dedicata al figlio di Enzo Ferrari, montava un motore con propulsore a 6 cilindri a V.

Ferrari_Dino-206-GT_STRADA_xMAM5822_674940

330 P4 (1967)
Un’auto straordinaria realizzata in soli 3 esemplari e grazie alla quale la Ferrari vinse il Campionato del mondo Sportprototipi del 1967.

Ferrari-330-P4

312P (1968)
Realizzata in soli 3 esemplari per il Campionato del mondo Sportprototipi, anche se non con risultati eccellenti. Secondo alcuni pareri è l’auto da competizione più bella mai costruita.

Ferrari 312P

365 GTB/4 “Daytona” (1968)
Granturismo molto elegante disegnata da Leonardo Fioravanti per la carrozzeria Pininfarina. Il soprannome, non ufficiale, “Daytona” le venne attribuito in onore della vittoria nel Campionato del mondo Sportprototipi del 1967.

ferrari_365_gtb4_daytona_01

308 GTB (1975)
Una delle Ferrari più famose e apprezzate di sempre. Un’auto iconica, divenuta molto famosa, nella versione targa, per essere stata usata nel telefilm Magnum P.I..

Ferrari_308_Fiberglass

Testarossa (1984)
Un’auto imponente con un design senza tempo (Pininfarina) che, ancora oggi, non finisce di stupire. E’ tuttora uno dei modelli Ferrari più famosi.

????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????????

F40 (1987) 

Un’auto straordinaria nata per celebrare i primi quarant’anni di vita della Casa. Era dotata di una linea molto aggressiva e, al momento della sua presentazione, era l’auto stradale più veloce del mondo.

f40

Autore S.Montanari
©Riproduzione Riservata

One Comment

  1. Janne 27/01/2016 23:21 Rispondi

    Missing the 288 GTO! :)

    View Comment

Lascia una risposta