Riapre il Ferrari Store di Roma

A oltre due anni dalla precedente chiusura, riapre il Ferrari Store nel centro di Roma, punto di riferimento per gli appassionati del Cavallino Rampante.

L’indirizzo è rimasto quello storico nella centralissima Via Tomacelli e l’esclusiva inaugurazione è avvenuta nelle serate di martedì 18 e venerdì 21 ottobre scorso.

ferrari-store-roma-invito

Lo Special Opening di martedì 18 ottobre, organizzato da Ferrari in collaborazione con la “Festa del Cinema di Roma”, ha ospitato la mostra “Amalgam Collection – Per Ferrari e per il Cinema” con una collezione di modelli in scala delle Ferrari che sono state star del cinema. Durante la serata un artigiano model maker è stato a disposizione per mostrare la costruzione di un modellino di Ferrari Formula 1.

ferrari-store-roma-4

ferrari-store-roma-5

Vicino alla sede, su Via dei Condotti, ha inoltre fatto bella mostra una splendida Ferrari 400 Superamerica di colore verde metallizzato. Si trattava, in particolare di una 400 Superamerica Seconda Serie, Coupé Aerodinamico Pininfarina del 1963, telaio s/n 4443SA. Auto mitica, usata nel film “Il tigre” di Dino Risi dove era l’auto personale del protagonista Vittorio Gassman.

ferrari-store-roma-2

ferrari-store-roma-3

Nella serata di Venerdì 21 è stata poi organizzata una suggestiva parata di Ferrari partita dalla Casa del Cinema di Villa Borghese e arrivata in Via Tomacelli davanti allo Store.

Erano oltre venti le Ferrari presenti: sia moderne tra cui LaFerrari, California T e 458 Speciale, sia splendidi modelli storici che hanno fatto la storia della cinematografia e già protagoniste della mostra “Red Carpet” al Museo Enzo Ferrari di Modena.

Tra queste una magnifica 250 GT Spyder Pininfarina Prima Serie e la 375 America Pininfarina utilizzata da Sophia Loren e da Alan Ladd nel film “Il ragazzo sul delfino” del 1957. Si trattava in particolare della 375 America del 1954 telaio s/n 0339AL.

Tra i partecipanti all’evento, Maria Grazia Cucinotta, Claudia Gerini, Giancarlo Fisichella e, di casa, Giovanni Malagò.

Autore S.Montanari
©Riproduzione Riservata

Lascia una risposta