Michael 50 La mostra dedicata a Michael Schumacher

Una mostra per omaggiare un grande campione e i suoi primi 50 anni di vita. Questa è Michael 50, l’esposizione del museo Ferrari di Maranello dedicata a Schumacher.
L’esposizione, che è stata inaugurata il 3 gennaio del 2019 alla presenza di moltissime autorità e di tanti appassionati e tifosi, è un racconto legato ad una vita straordinaria, fatta di impegno ma anche di tante vittorie.
Infatti, il campione è stato in grado di raggiungere vette inimmaginabili, come quella dei 7 titoli mondiali, delle 91 vittorie in totali e dei 155 podi.
Una serie di traguardi che dovevano essere ricordati, soprattutto dopo l’incidente che ha colpito un uomo dalla forza e dal carisma straordinari.
Cosa troverete nell’esposizione Michael 50
All’interno dell’esposizione dedicata a Michael Schumacher potrete trovare molti modelli, fotografie e filmati che celebrano non solo le vittorie del campione di Formula 1, ma anche i suoi cinquant’anni come uomo.

michael-1

All’interno della Sala delle Vittorie potrete trovare alcune monoposto Ferrari tra quelle guidate dal Schumacher durante i suoi undici anni di carriera con la Scuderia Ferrari.

Si inizia dalla F310 del 1996, con la quale il campione riuscì a vincere ben tre GP durante la sua prima stagione con la Scuderia, per passare alle F399 che consentì a tutto il team di iniziare bene il 1999, con quella che fu la conquista dell’ambito Titolo Costruttori.

michael-3

michael-4

Sempre nell’esposizione potrete trovare anche la F1-2000, l’auto con la quale Michael ebbe la possibilità di conquistare il titolo mondiale dopo ben 21 anni da quando ci riuscì Jody Scheckter.

La mostra vede anche la presenza della F2002 e della F2004, che sono sempre state definite come vetture dei record, oltre alla 248 F1 del 2006, auto con la quale Schumacher ebbe la possibilità di conquistare 72esima vittoria con la Ferrari.

Tuttavia, i fan avranno anche la possibilità di notare un lato forse poco conosciuto di Schumacher, quello di sviluppatore, che pure lo appassionava molto.

Infatti, dopo aver smesso di gareggiare in Formula 1, il campione si occupò anche di aiutare il team a sviluppare alcune auto stradali, come la 430 scuderia, che è del 2007, e la Ferrari California, che è del 2008.

La mostra, tra le altre cose, consente di portare avanti il progetto della Fondazione Keep Fighting, che è stata ispirata proprio da Schumacher, che utilizzava proprio questa espressione (che significa “Continua a lottare”) per descrivere quanto fosse importante credere in ciò che si fa, anche quando le possibilità pratiche potrebbero essere al minimo.
La Fondazione Keep Fighting è stata creata dalla famiglia di Michael, e raccoglie non solo il suo testimone, ma anche tutto l’incoraggiamento dei suoi fan.
Come visitare la mostra Michael 50
La mostra Michael 50 si trova nel Museo Ferrari di Maranello, e rimarrà visitabile fino al 31 marzo del 2019.

Potrete visitarla tutti i giorni, dalle 9,30 alle 18 e potrete fare il biglietto sia sul posto, sia online, per saltare la coda.

Potrete combinare la visita alla mostra dedicata al campione anche con quelle dedicate ad Enzo Ferrari.

Lucio Celia
©Riproduzione Riservata

Lascia una risposta