Primo storico trionfo a Pebble Beach 2014

La Ferrari con la 375 MM, dopo 64 anni, conquista il Concorso d’Eleganza

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (2)

Anche quest’anno la terza domenica di agosto, in California le vetture da corsa e da collezione sono state protagoniste in quel di Pebble Beach. Gli pneumatici si scaldano, una piccola corsa tra i cipressi vicini alla spiaggia e poi la proclamazione del vincitore, tra quindicimila persone in festa. Non si tratta di una gara di velocità, ma di un concorso di eleganza, in cui ad essere valutati non sono i tempi, ma l’eccellenza, l’accuratezza storica, il valore tecnico e lo stile.

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (1)

Benvenuti a Pebble Beach 2014. I gioielli pronti a contendersi il titolo sono schierati e fanno bella mostra di sé, una sfilata di capolavori, uno dopo l’altro, ognuno nella propria classe. Sul prato si celebra il passato, ma anche l’attuale eccellenza automobilistica trova il suo posto: presentare una nuova concept car a Pebble Beach è un privilegio ed una sicura rampa di lancio. McLaren, infatti, ha ad esempio deciso di esporre nuovamente la 650S, dalla linea fortemente aerodinamica, mentre Jaguar-Land Rover ha mostrato tutta la sua potenza con il modello F-TYPE Project 7 e Lamborghini ha svelato tutti i dettagli della sua ultima produzione da corsa della serie Huracan, Huracan Super Trofeo. Ayrton Senna diceva: “Ogni anno qualcuno vince un titolo. Io voglio fare di più” e la scuderia del Cavallino Rampante anche quest’anno trova modo di fare di più, pur senza aver vinto il precedente campionato. Pebble Beach 2014 incorona il sogno, il mito, la passione e la storia che si celano dietro il rosso ed il giallo di Maranello, conquistando il titolo “Best in Show 2014” con una 375 MM Scaglietti del 1954. La prima volta che una rossa si aggiudica il riconoscimento più importante in questa sede, una delle poche che una vettura post-guerra si aggiudica il più alto premio. Anche la storia che si cela dietro all’auto vincitrice è poetica, fatta di passione e casualità, e forse non poteva davvero essere diversamente trattandosi di un pezzo di storia di Ferrari. Venne ritrovata dall’attuale proprietario in un garage di Parigi, praticamente abbandonata, e come con un colpo di fulmine, il restauro integrale fu l’unica cosa da fare. John Shirley, ex Presidente Microsoft e proprietario della 375 ha scoperto successivamente non solo di essere proprietario di una vettura prodotta in appena 5 esemplari, ma di possedere esattamente quella richiesta dal regista Roberto Rossellini. Due anni di restauro e cure presso gli ambienti di Modena hanno riportato l’auto al suo splendore, e tuttavia i componenti della meccanica sono rimasti totalmente originali. “Un onore oltre che un grande piacere poterla guidare oggi e condurla su strada nei più prestigiosi eventi internazionali” ha dichiarato John Shirley.

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (3)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (4)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (5)

Ma non è finita,Ferrari tinge ancora più di rosso l’edizione 2014 di Pebble Beach stabilendo un ulteriore record, quello dell’auto più pagata ad un’asta, con il prezzo di 28 milioni e 528 mila euro (38.115.000 dollari) pagati per la storica 250 GTO del 1962 appartenuta all’italiano Fabrizio Violati, che supera la Mercedes-Benz W196 R F1 del 1954, aggiudicata sempre a Pebble Beach nel 2013 per 30 milioni di dollari.

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (6)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (7)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (8)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (9)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (10)

Molte le compagnie presenti a battere vetture eccellenti di altissimo valore collezionistico, da RM Auctions a Bonhams, fino a Gooding e Company, ed ovunque un trionfo targato Maranello. Solo da Bonhams per la vendita di 117 auto d’eccezione sono stati spesi ben 108 milioni di dollari. E se la Rolls-Royce Phantom V Touring Limousine del ’63 appartenuta a Elvis Presley ha fatto parlare molto di sé con i suoi quasi 300 mila euro è pur vero che ben nove esemplari Ferrari sono stati battuti con prezzi tra i 436 mila euro (per la Dino 206 GT del ’69) ed i 5 milioni e 535 mila euro per la Ferrari 250 Berlinetta Mille Miglia del 1958.

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (11)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (12)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (13)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (14)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (15)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (16)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (17)

Ferrari Concorso Pebble Beach 2014 (18)

A Pebble Beach una Ferrari F40 fa sempre la sua bella figura, attestandosi per un valore di ben 1 milione 090 mila euro, poco più della metà della Ferrari 333 SP, aggiudicata al prezzo di 1 milione 800 mila euro stessa identica cifra raggiunta dalla 250 GT Lusso del 1964,ma nulla in confronto dell’altra regina dell’asta una Ferrari 250 GT SWB California Spider del 1961 battuta per l’incredibile cifra di 11 milioni 547 mila euro. In attesa dell’edizione 2015 godiamoci questa vittoria tutta italiana con un pò di foto inedite gentilmente concesse da Robby.

 
Lucio Celia
©Riproduzione Riservata

Lascia una risposta